You are here


L’Istituto resterà chiuso per il ponte di Ognissanti dal 1 al 3 Novembre.
Le lezioni riprenderanno regolarmente dal giorno 6 Novembre.

Maturità

Esami Maturità

Si possono recuperare due o più anni compreso l'anno di Maturità. E' possibile frequentare anche un solo anno, sostenendo gli esami con la commissione interna. Durante l'anno scolastico, ogni 45 giorni verranno depositate in segreteria griglie di valutazione di ogni alunno, le medesime potranno essere visionate dai genitori in qualsiasi momento essi lo desiderino.

Esame di Stato

Ammissione all'esame di Stato

La nuova legge introduce il giudizio di ammissione all’Esame di Stato. In sede di scrutinio finale si procederà ad una valutazione dello studente che tenga conto delle conoscenze e delle competenze da lui acquisite nell’ultimo anno del corso di studi, delle sue capacità critiche ed espressive e degli sforzi compiuti per colmare eventuali lacune e raggiungere una preparazione complessiva tale da consentirgli di affrontare l’esame.

Composizione della Commissione giudicatrice

La nuova legge ha innovato la composizione della Commissione giudicatrice, che è costituita al massimo da sei componenti, di cui tre interni e tre esterni, ai quali si aggiunge un Presidente anch’esso esterno. Per ogni singola classe si costituisce una Commissione. L’esame si compone in:

  • prove scritte
  • esame orale
  • voto finale

Prove scritte

Si può scrivere:

  1. un tema di attualità
  2. un tema di storia basato su un argomento del programma dell’ultimo anno
  3. l’analisi e il commento di un testo letterario o non, in prosa o in poesia
  4. la stesura di un breve saggio o di un articolo di giornale su un argomento storico-politico, socio-economico, artistico-letterario o tecnico-scientifico

I titoli verranno scelti dal Ministero della Pubblica Istruzione e saranno: uno per il tema storico, uno su un argomento in generale, uno per l’analisi del testo e almeno quattro che si possano svolgere a scelta sotto forma di articolo o di saggio breve.

Per il primo scritto avrete a disposizione a disposizione 6 ore di tempo e ricordate che dovrete dimostrare tre cose: di saper usare in modo corretto la lingua italiana, di conoscere bene l’argomento che avete scelto e di essere in grado di sviluppare il discorso in modo logico, scorrevole e coerente.

Ecco alcuni consigli utili:

  • fate un elenco di tutte le idee che vi vengono in mente, legate a fatti letti, sentiti o che vi sono capitati;
  • non scrivete frasi lunghe ma solo brevi concetti;
  • riordinate questi appunti creando una mappa: al centro del foglio mettete l’argomento principale, quello suggerito dal titolo e cerchiatelo; da questo fate partire delle frecce che indicano gli argomenti secondari.Può darsi che dobbiate scartare alcune delle idee iniziali, perché scoprite che vi portano fuori tema. Poi, come un puzzle, spostate le varie parti dello schema (o numeratele), fino ad ottenere una sequenza logica.

A questo punto iniziate a scrivere.

Attenzione a non commettere questi errori:

  • non scrivete periodi lunghi, perché rendono poco chiara l’esposizione e raddoppiano la possibilità di errore
  • non ripetete lo stesso concetto in più parti
  • non fate errori di ortografia e sintassi
  • usate una grafia comprensibile

Ricordarsi sempre di portare i vocabolari per le prove scritte.

Considerazioni:

La prima prova scritta, quella di italiano, è uguale per tutti gli ordinamenti scolastici. La seconda invece varia in funzione dell'indirizzo di studi.

Il terzo esame scritto serve a verificare la preparazione che avete raggiunto nelle materie studiate nell’ultimo anno (consigliabile il testo per la terza prova scritta negli Esami di Stato - Mc Graw-Hill autore Agostino Miele).

A differenza degli altri due scritti, che sono imposti dal Ministero della P.I. e, quindi, sono identici in tutta Italia, la terza prova sarà preparata in modo autonomo da ogni singola Commissione d’Esame. I quesiti vengono decisi e formulati sulla base delle indicazioni del Consiglio di classe.

Attenzione:

Non rispondete in modo frettoloso ai quesiti: le domande, infatti, possono essere formulate in modo da contenere piccoli trabocchetti che sfuggono ad una lettura veloce.

Non soffermatevi troppo su un quesito, se siete molto incerti sulla risposta, rischiate di non avere tempo per rispondere agli argomenti che invece conoscete bene.

Esame orale

Per affrontare al meglio il colloquio, dovendo portare tutte le materie dell’anno scolastico, inizialmente potete proporre un argomento a piacere, tutto questo non esclude la presentazione della mappa concettuale da sottoporre a ciascun membro della Commissione esaminatrice. Durante l’Esame, i docenti vi mostreranno le prove scritte e vi faranno riflette sugli errori commessi.

Cautele e accorgimenti da adottare:

  • Rispondete alle domande con voce calma
  • Tentate di collegare le vostre conoscenze relative a materie diverse
  • Assistete agli esami dei compagni che vi precedono
  • Non preparate discorsi a memoria
  • Non tenete gli occhi bassi e non usate voce tremante
  • non interrompete i Professori esaminatori e non mostratevi aggressivi e polemici

La Mappa Concettuale:

La mappa concettuale è uno strumento utile per rappresentare attraverso un grafico, le conoscenze intorno ad un argomento in cui lo studente si sente particolarmente ferrato. I vantaggi di una mappa concettuale ideata e organizzata correttamente permettono al momento del colloquio un’esposizione chiara e precisa del percorso svolto da parte del candidato e una comprensione semplice ed immediata dei collegamenti pluridisciplinari da parte della commissione esaminatrice. Per maggiori informazioni e per visualizzare un'ipotesi di mappa concettuale.

Voto finale

Il voto finale è espresso in centesimi ed è determinato dalla somma di varie componenti:

  • Credito scolastico - 25 punti
  • Punteggio prove scritte - 45 punti
  • Punteggio colloqui - 30 punti
  • Bonus - 5 punti

Credito scolastico

Ciascun alunno può far valere un massimo di 25 punti quale credito per: ANDAMENTO SCOLASTICO Tale punteggio rappresenta la media dei voti finali di ciascun anno scolastico ( III  IV  V )

ESPERIENZE FORMATIVE E CULTURALI MATURATE

Per determinare questa parte di voto serviranno anche tutte le attività extrascolastiche che contribuiscono alla formazione dello studente: sport, esperienze culturali, artistiche, corsi di lingue lavori, volontariato. Queste attività, naturalmente, devono avere attinenza con il corso di studio.

Lo studente deve presentare la documentazione presso la Segreteria dell’Istituto "Gabriele D’Annunzio" entro il 1° Aprile per dare la possibilità alle Commissioni di valutarla.

Ricorda che l’Istituto Gabriele D’annunzio consente di recuperare ogni anno eventuali DEBITI e di giungere all’esame di maturità esclusivamente con CREDITI.

Punteggio prove scritte

Sono 45 i punti totali a disposizione, ripartiti in egual misura tra le tre prove (da 0 a 15 punti ciascuna). Ognuna delle prove è giudicata sufficiente se consegue almeno 10 punti.

Punteggio colloqui

Sono 30 i punti da assegnare. Il colloquio è giudicato sufficiente se consegue almeno 22 punti.

Bonus

È di 5 punti e può essere assegnato dalla commissione in aggiunta al voto finale purchè si abbia un credito scolastico di almeno 15 punti ed un risultato complessivo nelle prove d’esame di almeno 70 punti.